Premi Fair Play “Valentino Galeotti” 2023: svelati i nomi!

Riccardo Schiavina abbraccia Emilia Rossatti

Dopo aver vagliato le segnalazioni arrivate tramite l’avviso pubblico, l’apposita commissione istituita dal Panathlon Club Ferrara ha deciso i vincitori dei Premi Fair Play “Valentino Galeotti” per l’anno 2023, la quinta edizione del concorso da quando è dedicato alla memoria del Past President del Club.

I Premi, che verranno consegnati nel corso di una cerimonia che si terrà lunedì sera nella prestigiosa sede di Palazzo Roverella, hanno una duplice valenza in quanto sono viatico per la candidatura ai World Fair Play Prizes, i prestigiosi riconoscimenti assegnati annualmente dal International Fair Play Committee (www.fairplayinternational.org). Andiamo a vendere nel dettaglio chi si è aggiudicato i premi nelle varie categorie in gara:

Emilia Rossatti e Riccardo Schiavina dopo la premiazione

Il premio per “IL GESTO” quest’anno sembrava essere preannunciato vista la straordinaria dimostrazione di Fair Play offerto dalla spadista ferrarese Emilia Rossatti che, in aprile, nella finale del Campionato Italiano under 23 di scherma, a 17 secondi dalla fine decide di non approfittare dell’infortunio accorso alla contendente, la romana Gaia Traditi, decide di lasciar trascorrere “a vuoto” quei secondi, non approfittandone per ribaltare l’esito di un incontro ancora aperto che la vedeva fino a quel momento in svantaggio. Un “trascorrere a vuoto” che fa il pari con la pienezza dell’animo dell’estense e colma di nobiltà la sua spada. Una nobiltà che la commissione ha reputato fosse frutto di un percorso di vita sportiva condotta assieme a chi con lei ha preso, con uno sguardo, quella decisione, il suo allenatore Riccardo Schiavina. La sorpresa quindi nella decisione di premiarli in tandem, per voler ribadire l’importanza e l’impronta educativa che lo sport sa offrire perché “La scelta di un giovane dipende dalla sua inclinazione, ma anche dalla fortuna di incontrare un grande maestro.” [Rita Levi-Montalcini].

Alfredo Corallini

Nella categoria “ALLA CARRIERA” la scelta è caduta su Alfredo Corallini, già Premio Diamante per lo Sport 2017, stimato professore universitario e “anima” della U.S.D. ACLI San Luca – San Giorgio, società sportiva che quest’anno compie sessant’anni e che Corallini presiede dal 1973 e al quale si deve, tra le altre cose, l’inaugurazione dell’impianto sportivo di Via del Campo.

Vanni Falchetti con Mauro Borghi

Nella categoria “PROMOZIONE” arriva un nome legato in maniera forse indiretta allo sport, ma che proprio nello sport e nella promozione del fair play sportivo ha trovato il modo per perpetuare la Memoria, facendosi promotore di una grande manifestazione sportiva paralimpica inclusiva “Sport Is Live/Life”, installando un parchetto di gioco inclusivo all’interno di un impianto sportivo a cielo aperto, l’Oasi del Canoa Club Ferrara, e anche costruendo e sviluppando ospedali e scuole attraverso la Onlus Afrika Twende. Queste alcune delle iniziative portate avanti da Vanni Falchetti e da tutta la famiglia per onorare la memoria del figlio Fabio, portando vita, entusiasmo e socialità.

Natalino Patria con Fausto Molinari

Arriva dalla commissione la decisione di affiancare alle tradizionali categorie un premio per una vita dedicata al Fair Play, per ricordare lo spirito che ha sempre animato l’attività di Natalino Patria, Uomo di Sport e di Calcio, profondamente legato alla SPAL e a tutto il mondo sportivo ferrarese, rivestendo in ultimo il ruolo di segretario dell’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia, rivestendo ogni ruolo che lo ha visto protagonista con energia, forza vitale e grande altruismo.

Visite: 1227